In tanti fanno fatica a fine mese e non riescono a chiudere tutti i conti aperti e pagare le bollette. Se anche voi avete bisogno di alcuni suggerimenti per arrivare più tranquilli alla fine del mese, continuate a leggere questa breve guida che vi dà alcuni spunti validi da mettere subito in pratica.

Vendere gli oggetti preziosi

Uno dei miglior sistemi per arrotolare e arrivare più tranquilli a fine mese è vendere gli oggetti preziosi. Ci sono diversi centri che operano nel settore delle compravendita di preziosi come i compro oro Milano e dintorni. Questi negozi danno la possibilità di fare qualche soldo in più vendendo gli oggetti di valore. Non serve fare fatica e nemmeno investire il vostro tempo libero perché il tutto è velocissimo. Basta raccogliere a casa alcuni gioielli e portarli al compro oro Milano per farli valutare.

I metalli preziosi si pagano a peso quindi la valutazione è anch’essa molto veloce. Dopo aver assegnato il giusto valore, si è subito pronti per esser pagati. Si esce nel giro di poco tempo con il portafoglio più pieno di prima!

Inserire annunci online

Un altro sistema molto valido che potete sfruttare per fare qualche euro in più, è inserire degli annunci di vendita online. Potete vendere davvero di tutto: mobili, abiti usati, libri, vecchi giochi per bambini e cos via. Per inserire un annuncio di vendita, vi basta inscrivervi al sito, spesso in modo gratuito per i privati. Scattare un apio di foto su uno sfondo neutro e con una bella illuminazione. Non servono dieci foto ma ne basta un paio ben fatte da diverse angolazioni. Scrivete poi la descrizione che deve esser completa, ma non troppo lunga. Non fate l’errore di non mettere la descrizione pensando che chi è interessato vi contatterà per ulteriori dettagli, perché si è visto che non funziona.

Ora che avete pubblicato il vostro annuncio, non vi resta che aspettare di esser contattati da chi è interessato. Tenete presente che è pratica comune contrattare sul prezzo perciò tenti un poi’ più alti così non avrete problemi ad abbassarlo un po’.

Di Grey