aisdet

Formazione per le competenze digitali in Sanità. Un Master e un Osservatorio per l’Italia del Sud

AiSDeT ha firmato un Accordo di Protocollo con il CEFPAS (Centro per la Formazione della Sanità) della Regione Sicilia e il Dipartimento di Ingegneria gestionale del Politecnico di Milano per promuovere l’innovazione e lo sviluppo delle competenze digitali e della ricerca presso le Aziende sanitarie del Sud Italia.

L’Accordo, in particolare, ha lo scopo di avviare la collaborazione tra i tre attori per favorire e per sviluppare tutte “le attività necessarie, con particolare riferimento alla condivisione dei contenuti e dei risultati pubblici delle ricerche svolte, e le iniziative utili alla crescita delle competenze digitali per i manager, i professionisti e il personale delle Aziende sanitarie del Sud Italia sui temi dell’innovazione digitale in Sanità”.

“La complessità e l’intensa trasformazione delle organizzazioni sanitarie richiedono sempre più un atteggiamento flessibile e progettuale – dice Remo Bonichi, Vicepresidente AiSDeT – orientato non solo a gestire l’incertezza per il futuro, per l’ordinario, per la quotidianità e per la programmazione nel breve, medio e lungo periodo, ma anche per intercettare o per determinare le innovazioni, che il sistema propone e richiede.

In questo contesto – prosegue Bonichi – coloro che svolgono funzioni di direzione e di governo hanno il compito di rilevare, analizzare e verificare gli elementi e le variabili, che impattano sui processi di evoluzione e di cambiamento, sul buon andamento dei percorsi di cura e di assistenza, sul clima organizzativo, sugli esiti e sui risultati previsti, sulle relazioni interpersonali e professionali e sulla qualità percepita dai fruitori dei servizi e dall’intera collettività, in un contesto economico che richiede sempre più attenzione alle risorse, per un impiego appropriato e il più possibile efficiente. Il possesso di competenze avanzate come quelle digitali diventa, così, strategico.

Ma c’è di più – conclude Bonichi. Per reggere le sfide, che gli ecosistemi digitali propongono, bisogna possedere non solo competenze manageriali aggiornate, ma anche robuste capacità interpretative della multidimensionalità della vita organizzativa, che siano anche fondate su referenze etico-valoriali a guida delle valutazioni e delle decisioni”.

Il primo risultato dell’Accordo è l’Incontro nazionale sulle competenze digitali per la Sanità, che si terrà a Palermo, il prossimo 28 settembre, e il Master, della durata di due anni, per la formazione del “Digital Innovation Manager in Sanità”, che prenderà avvio a metà novembre, e il cui corpo formativo sarà composto da docenti afferenti a AiSDeT, Dipartimento di Ingegneria gestionale del Politecnico di Milano e CEFPAS.

Il Master, rivolto ai quadri dirigenti della Sanità pubblica e privata, articolato in project work e in approfondimenti sulle caratteristiche tecnologiche degli ambienti e degli ecosistemi digitali, sarà certificato ECM e si concluderà con un esame di valutazione a carico di enti terzi, deputati alla certificazione delle competenze digitali in Sanità.

Maggiori informazioni sull’Incontro nazionale di Palermo sulle competenze digitali in Sanità e sul piano formativo del Master per la formazione del “Digital Innovation Manager” saranno pubblicate sul sito dell’Associazione: www.aisdet.it

© Riproduzione Riservata

About andreawebx

Inserisci un commento