pa-digitale

PA, al via il piano triennale per l’informatica

L’Agenzia per l’Italia Digitale comunica che è stato approvato dal Presidente del Consiglio dei ministri, Paolo Gentiloni, il piano triennale per l’informatica nella Pubblica amministrazione 2017 – 2019, documento – realizzato dalla stessa Agid e dal Team per la trasformazione digitale – attraverso il quale per la prima volta si definisce il modello di riferimento per lo sviluppo dell’informatica pubblica italiana. Le linee d’azione per la trasformazione digitale consentiranno alle amministrazioni di pianificare investimenti e attività in maniera coordinata e con obiettivi comuni; rappresentano inoltre un quadro di riferimento organico rispetto allo sviluppo di politiche in materia Ict anche per il mercato. Il piano triennale infatti è il primo documento di indirizzo strategico ed economico che permette di guidare operativamente la trasformazione digitale della Pubblica amministrazione, coordinando le attività relative ai 4,6 miliardi di euro – che provengono da fonti di finanziamento nazionali e comunitarie – stanziati per il raggiungimento degli obiettivi fissati dalla strategia Crescita Digitale.

In linea con quanto previsto dalla Legge di stabilità 2016, inoltre, si dà il via ad un percorso di guida e accompagnamento per la riqualificazione della spesa Ict che permetterà a livello nazionale di adeguarsi all’obiettivo di risparmio del 50% della spesa annuale (che non passa dalle centrali di aggregazione) per la gestione corrente del settore informatico, da raggiungere alla fine del triennio 2016-2018 destinando i fondi in investimenti per innovazione e sviluppo. L’Agid guiderà il coordinamento, l’attuazione e il monitoraggio delle amministrazioni nella fase di adeguamento alle indicazioni contenute nel Piano.

La versione appena pubblicata – che ha visto la collaborazione di Sogei, Consip, il commissario alla spending review, le amministrazioni centrali, le agenzie fiscali, gli enti previdenziali, le Regioni, le Città Metropolitane, le Province, gli enti strumentali e l’Anci – definisce e guida le attività per il 2018; entro il mese di settembre di ogni anno verrà pubblicata la versione aggiornata del Piano al fine di indirizzare le azioni per l’anno successivo. Grazie all’avvio del lavoro di coordinamento delle amministrazioni, per il quale Agid ha strutturato un team dedicato e all’utilizzo degli strumenti di condivisione e collaborazione, a partire dai prossimi mesi si delineerà un modello di collaborazione con i soggetti interessati sempre più capillare ed inclusivo.

All’indirizzo pianotriennale-ict.italia.it è possibile navigare il sito dedicato, consultare il testo del Piano, le Faq e partecipare alla discussione sul forum.

© Riproduzione Riservata

About Redazione

Inserisci un commento