rete-sanita-digitale

L’impatto su Pa e aziende del regolamento UE sulla Data Protection

Tra due anni la protezione dei dati personali dovrà allinearsi al nuovo Regolamento europeo approvato quest’anno. Pubblica amministrazione e aziende saranno responsabilizzate secondo un approccio che prevede l’obbligo ad attivarsi e vigilare costantemente sul trattamento e la conservazione dei dati, che diventerà un aspetto strutturale e di conseguenza da inserire già nella progettazione di nuovi servizi e prodotti. In questa prospettiva, è stata istituita la figura del Responsabile della protezione dei dati personali (Data Protection Officer) da selezionare all’interno degli organigrammi. La P.a. avrà inoltre il carico di della Privacy impact assessment o valutazione d’impatto che dovrà documentare analiticamente i rischi per i diritti e per le libertà dei cittadini. Ancora a carico della P.a. l’obbligo di dimostrare l’impiego di tutte le misure di sicurezza efficaci e necessarie per la protezione dei dati.

Per parlare di queste e altre tematiche relative al nuovo regolamento privacy europeo, la Rete della Sanità Digitale e-Sanit@ organizza per il 17 ottobre prossimo, in collaborazione con il Centro interdipartimentale di ricerca e storia del diritto (CIRSFID) dell’Università di Bologna, un incontro sul tema “Il regolamento UE sulla Data Protection. Impatto sui modelli organizzativi nelle aziende e sulle soluzioni IT per la tutela e la protezione dei dati personali“. L’evento è a partecipazione libera ed è rivolto principalmente ai dirigenti pubblici, ai responsabili dell’industria e ai professionisti dell’ambito giuridico. La sede dell’incontro è al CIRSFID, via Galliera 3, Bologna.

Scarica il programma

© Riproduzione Riservata

About Redazione

Inserisci un commento