Luca Zaia e i dg delle aziende sanitarie venete
Luca Zaia e i dg delle aziende sanitarie venete

Veneto, le Ulss passano da 21 a 9

Il consiglio regionale del Veneto ha votato, il 6 ottobre, la riforma della sanità riducendo le Ulss da 21 a 9. Ogni provincia avrà pertanto, dal primo gennaio 2017, una azienda sanitaria, ad esclusione di quella di Vicenza, in cui resterà l’azienda di Bassano, e di quella di Venezia, che vedrà l’istituzione dell’azienda del Veneto orientale. Le due eccezioni alla norma dell’Ulss unica sono state motivate dalla specificità del territorio e dai flussi turistici.

Il presidente della Regione, Luca Zaia, ha commentato così l’esito del voto: «Ringrazio i consiglieri della maggioranza per la determinazione, la tenacia e il senso del dovere dimostrato nel portare avanti una parte fondamentale della riforma della sanità veneta come l’individuazione del numero delle Ulss. Il voto è il frutto di una discussione approfondita nella quale è stato lasciato ampissimo margine all’opposizione. Com’è giusto in democrazia, però, chi ha ricevuto dai veneti il mandato di governare aveva e ha il diritto-dovere di fare delle scelte, portando avanti le riforme promesse nonostante l’ostruzionismo».

«Sono grato dunque a questa squadra di maggioranza – prosegue Zaia – che mi segue fin dal primo giorno di legislatura, e che ha portato a termine un percorso faticoso, confermando le nove Ullss nelle quali operano già i direttori generali titolari. Manca ora una parte non meno importante relativa all’intero provvedimento. Mi auguro che, pur attraverso un doveroso e approfondito dibattito, si arrivi più presto al voto, perché la sanità veneta e i veneti hanno bisogno di questa riforma». Le opposizioni hanno preannunciato battaglia contro il taglio delle Ulss, in Consiglio regionale e in tribunale.

In attesa che si delinei compiutamente il nuovo volto della sanità veneta, la Conferenza dei sindaci dell’ Ulss 16 ha accolto la proposta del direttore generale Domenico Scibetta di nominare l’avvocata Daniela Carraro nuovo direttore dei servizi sociali e della funzione territoriale dell’azienda sociosanitaria padovana. «Dato il ruolo strategico dell’area dei servizi sociali – sottolinea il dr. Scibetta – ho deciso di destinare a questo nuovo incarico Daniela Carraro che, grazie all’ampia e comprovata esperienza nel mondo della sanità, rappresenta una competenza fondamentale sulla quale fare affidamento soprattutto nella gestione dei rapporti con i sindaci che rappresentano le istanze del territorio”.

Attuale direttore amministrativo dell’Ulss 16, Carraro dal 2003 al 2015 è stata direttore generale dell’Azienda Ulss 5 Ovest Vicentino, dell’Ulss 21 di Legnago e dell’Ulss 3 di Thiene. Il nuovo dirigente subentrerà nel ruolo del dottor Gino Gumirato, che ha lasciato l’azienda per altro incarico, lunedì 17 ottobre 2016. Scibetta ha inoltre nominato direttore amministrativo Paola Bardasi, che prenderà servizio a Padova il 17 ottobre, subentrando a Daniela Carraro.

© Riproduzione Riservata

About Redazione

Inserisci un commento