logo ArsenalIT

Giorgio Roberti nuovo presidente di Arsenàl.IT

Rinnovato l’assetto organizzativo di Arsenàl.IT,  Centro Veneto Ricerca e Innovazione per la Sanità Digitale, consorzio costituito dalle aziende sanitarie della regione. Nuovo presidente è il dr. Giorgio Roberti, direttore generale dell’azienda ULSS 3 di Bassano e commissario dell’azienda ULSS 4 Alto Vicentino. Il neo-presidente, che succede a Claudio Dario rimasto alla guida del consorzio nell’ultimo decennio, è stato nominato in occasione della prima riunione del nuovo consiglio di amministrazione del quale fanno parte anche Simona Aurelia Bellometti; direttore sanitario dell’ULSS 6 Vicenza, Chiara Bovo; direttore sanitario dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona; Annamaria Tomasella, direttore amministrativo dell’ULSS 9 Treviso e che è stata scelta anche come vicepresidente del consorzio; Maurizio Zanon, direttore amministrativo dell’ULSS 15 Alta Padovana.

Il nuovo consiglio di amministrazione ha proceduto alla nomina del nuovo direttore generale, l’ingegnere Lorenzo Gubian, che dal primo settembre è subentrato all’ingegnere Luciano Bastoni, giunto al termine del proprio incarico. Gubian, fino a luglio responsabile del sistema informativo per il Servizio sanitario regionale veneto dopo l’esperienza maturata all’azienda ULSS 4 Alto Vicentino, è anche coautore di articoli pubblicati su riviste scientifiche come l’International Journal of Integrated Care, che ha pubblicato quest’anno “Assessment of Patients’ Perception of Telemedicine Services Using the Service User Technology Acceptability Questionnaire”, sulla percezione che i pazienti hanno dei servizi di telemedicina. La nomina di Gubian sottolinea la considerazione, da parte della Regione Veneto, della primaria valenza del consorzio dal momento che il neo direttore generale è presente nella cabina di regia NSIS e al tavolo FSE del ministero della Salute.

La rinnovata organizzazione del consorzio di sanità digitale regionale, che raggruppa come socie tutte le aziende sociosanitarie e ospedaliere della Regione Veneto, è funzionale alla realizzazione degli obiettivi regionali in materia, in particolare per quanto riguarda i servizi legati alla costruzione del fascicolo sanitario elettronico. Le nomine inoltre rafforzano la stretta collaborazione con il sistema sanitario regionale, che negli anni ha sempre più orientato la programmazione a quei servizi che, grazie alle tecnologie e alle innovazioni organizzative, garantiscono agli utenti risposte sempre più rapide e puntuali, oltre ad offrire la possibilità di risparmi ed efficienza al sistema sanitario stesso. Elementi che hanno reso il Veneto regione leader a livello nazionale nel campo dell’eHealth.

© Riproduzione Riservata

About Redazione

Inserisci un commento