convegno care management

Gli strumenti della Sanità digitale per il Care Management

Si terrà a Roma, il prossimo 11 maggio, presso la Pontificia Università della Santa Croce (aula Benedetto XVI – Piazza San Giovanni in Laterano 4 – ore 11.00) l’incontro,  organizzato da eSanit@ e LUMLibera Università del Mediterraneo –  sul tema della Sanità digitale al servizio del Care Management.
«L’individuazione e la prevenzione, con il supporto di soluzioni e piattaforme ICT, delle problematiche di salute e l’assistenza individuale costruita sulle reali necessità dei pazienti, il coinvolgimento degli stessi e delle loro famiglie nello sviluppo del processo assistenziale nella prospettiva di un aumento della deospedalizzazione – dice Vito Angiulli, componente del Comitato scientifico di eSanit@ – rappresenta la prossima frontiera di riorganizzazione del Sistema Sanitario coerentemente con quanto già previsto dal Patto per la Salute e dai processi riorganizzativi messi in atto dalle Regioni. Azioni, che nell’insieme, costituiscono il cuore del Care Management, della nuova logica cioè di cura e governo del paziente deospedalizzato».

«Il processo di deospedalizzazione, tuttavia – prosegue Angiulli – se sostenuto da appropriati modelli organizzativi e dalle piattaforme di Sanità digitale, può portare ad un risparmio di diversi milioni di euro l’anno, garantendo insieme migliore efficienza e qualità di assistenza. La Sanità digitale in questo contesto gioca, quindi, un ruolo centrale e abilitante per la sostenibilità delle cure, permettendo il continuo monitoraggio del paziente domiciliarizzato, l’integrazione dei diversi operatori, che intervengono nel processo assistenziale, e l’empowerment stesso del paziente. Il Care Management sottende una nuova mappatura del territorio, che è insieme architettura delle infrastrutture di comunicazione e di rete che sostengono e abilitano percorsi assistenziali appropriati, finalizzati al corretto governo di sistema e alla migliore efficacia delle cure. Un nuovo scenario – conclude Angiulli – che impone al Care Manager di possedere, oltre alle proprie personali competenze sanitarie, anche quelle di governo, di gestione e di utilizzo appropriato degli strumenti di Sanità digitale, che chiama in causa l’acquisizione di nuove conoscenze e competenze, tra cui spiccano anche quelle digitali».

L’incontro, cui parteciperanno, tra gli altri, l’On.le Massimo Cassano, Sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali, l’On.le Davide Faraone, Sottosegretario all’Istruzione, all’Università e alla Ricerca, e l’On.le Federico Gelli, componente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, sarà occasione di presentazione del Master executive in “Care managemernt e Strumenti d Sanità digitali”, promosso da eSanit@ e LUM, che sarà avviato il prossimo autunno, e  di una Survey, che il Comitato scientifico congiunto avvierà dal prossimo mese di giugno sullo stato di progettazione e digitalizzazione dei sistemi di cura territoriale nelle Regioni del Sud Italia, che fornirà il materiale concreto di scenario per gli iscritti al Master.
Per partecipare all’incontro: comunicazione@esanitanews.it

Scarica il programma

Scarica la brochure del master

© Riproduzione Riservata

About Redazione

Inserisci un commento