aziende-ict

Agid e Anac per la trasparenza nella digitalizzazione delle Pa

Un protocollo d’intesa, firmato il 28 aprile scorso, con l’obiettivo di regolare la collaborazione tra l’Agenzia per l’Italia Digitale e l’Autorità Nazionale Anticorruzione, prevedendo un reciproco scambio di informazioni finalizzato al contrasto della corruzione in tema di appalti informatici. Lo comunica l’Agid, sottolineando che supporterà Anac nell’accertamento di casi di uso improprio del frazionamento delle forniture; nella verifica della corretta esecuzione contrattuale da parte delle grandi stazioni appaltanti; nell’individuazione di procedure e di appalti da sottoporre a verifiche più puntuali nel corso degli accertamenti ispettivi; nella fase preparatoria delle ispezioni.

Agid potrà richiedere ad Anac sostegno giuridico-amministrativo in attività di: redazione di pareri ex art. 3 del d.lgs. n. 177/2009; interpretazione di norme in tema di appalti pubblici; monitoraggio dei contratti ICT di rilevante importo in corso presso le diverse amministrazioni. Agid e Anac inoltre potranno definire linee guida volte a prevenire fenomeni corruttivi e a favorire la regolarità e la trasparenza nell’affidamento e nella gestioni dei contratti informatici. Tutte le attività di collaborazione saranno coordinate da un Gruppo Tecnico operativo formato da membri dei due enti. L’accordo permette di migliorare in modo rilevante la trasparenza e la qualità della contrattualistica ICT delle pubbliche amministrazioni assumendo importanza fondamentale nel percorso di digitalizzazione delle PA.

© Riproduzione Riservata

About Redazione

Inserisci un commento