strumenti diritti regole e nuove relazioni di cura

Sanità elettronica, il paziente europeo al centro

La sanità elettronica, nei piani di sviluppo dei sistemi istituzionali, si muove in direzione dell’integrazione dei servizi, realizzando una rete IT con il paziente al centro. Ma è innegabile che, al riguardo, c’è tuttora un divario tra la prassi nelle strutture ospedaliere e gli obiettivi che si prefiggono le iniziative del governo sanitario. È da questo nocciolo tematico che si sviluppano le argomentazioni di “Strumenti, diritti, regole e nuove relazioni di cura“, volume curato da Carla Faralli – docente di filosofia del diritto e direttrice del Cirsfid di Bologna – Raffaella Brighi e Michele Martoni – entrambi docenti di informatica giuridica all’università di Bologna.

Il libro, edito nel 2015 da Giappichelli Editore, ha per sottotitolo “Il paziente europeo protagonista nell’ehealth“, che mette subito in luce un altro aspetto di grande attualità: l’obbiettivo dell’interoperabilità tra i sistemi informativi delle regioni – il “tessuto connettivo” – che deve guardare alle esperienze europee in fatto di standard rivolti alla promozione dell’interoperabilità  tra i paesi membri dell’Unione. E i curatori sottolineano, nella prefazione, come solo riconducendo l’attenzione ai veri protagonisti dell’e-Health – pazienti, medici e operatori sanitari – si possano saldare le esigenze del cittadino-utente con quelle delle strutture sanitarie e delle reti IT, arrivando così a sviluppare significativamente e «in maniera olistica il tema del “paziente europeo elettronico”» nel dibattito scientifico.

Il volume si compone di sei parti. La prima tratta la qualità dell’informazione in rete e la nuova relazione medico-paziente. Nella seconda sono esaminati i social network sanitari, la mobile Health e le app mediche in relazione agli sviluppi della condivisione delle informazioni sanitarie. La terza ha per oggetto Big Data, Open Data e il riutilizzo dell’informazione sanitaria. La quarta tratta il risk management e la relazione fra informatica sanitaria e informatica forense. La quinta analizza esperienze di sanità elettronica e la sesta le nuove prospettive dell’e-Health. I numerosi autori dei capitoli che compongono le parti sono medici, giuristi, docenti e ricercatori universitari. Ogni sezione è corredata da un’ampia e aggiornata bibliografia.

© Riproduzione Riservata

About Mario Dall'angelo

Inserisci un commento